Fiat 500L Lounge – opinioni, pregi e difetti

Nonostante la Fiat 500L condivida parte del suo nome con una delle vetture che hanno fatto la storia automobilistica italiana, si discosta parecchio in termini di dimensioni.

Infatti la Fiat 500L, abbreviativo di 500 Lounge, in realtà è un mini SUV da città , con spazio sufficiente per una famiglia di cinque persone. La Fiat 500L dispone inoltre di una vasta gamma di motori tra cui scegliere, sia benzina che diesel.

Fiat 500L

La Fiat 500L offre al suo interno molto spazio e risulta particolare comoda sia per il conducente che per i passeggeri, cosa che la rende particolarmente indicata per le famiglie.

Tuttavia, questo modello, rispetto alla 500 classica, deve fare i conti con una concorrenza molto più dura in quanto le persone sono sempre più orientate verso l’acquisto di piccoli SUV. Concorrenti come la Ford C-Max oppure la Mini Countryman sono infatti molto agguerrite.

Meccanica Fiat 500L

Se decidete di acquistare una versione benzina, il Twinair è la soluzione migliore. Da evitare il 1.4 aspirato, che deve essere spinto molto forte per avere discrete prestazioni, la versione 1.4 benzina turbo risulta più rilassante da guidare e ottimo nelle prestazioni.

Secondo noi la versione diesel è la scelta migliore. In particolare il 1.6 diesel presenta il giusto equilibrio tra consumi ridotti e buone prestazioni.

Alla guida lo sterzo risulta piuttosto vago quando si viaggia in linea retta, tuttavia, in città risulta abbastanza leggero, nonostante le dimensioni della 500L, quindi aiuta anche quando stai cercando di parcheggiare in spazi stretti.

Il cambio manuale non è perfetto e le sospensioni fanno troppo rumore sulle strade accidentate. A mano a mano che la velocità aumenta, si sente il rumore della strada, così come il rumore del vento su parabrezza alto dell’auto.

Interni

Il cruscotto della Fiat 500L è dotato di una buona strumentazione con colori vivaci.  Peccato che, a parte la sezione anteriore soft-touch, le plastiche sulla parte superiore e inferiore del cruscotto sembrano economiche. Rispetto alla Mini Countryman, la 500L sembra piuttosto scadente.

La posizione verticale della 500L potrebbe non essere adatta a tutti, ma garantisce una posizione di guida molto confortevole per il conducente. La regolazione del volante come le numerose regolazioni manuali per il sedile del guidatore, rendono confortevole gli interni.

Anche i posti dei passeggeri sono relativamente comodi, mentre il cruscotto è stato progettato in modo sensato e rende comodo accedere ai vari punti senza problemi per il conducente.

Un altro vantaggio della 500L è la sua buona visibilità. Finestre alte permettono un visuale estremamente buona, anche durante la guida presso rotatorie e incroci.

Un altro aspetto importante è quella delle dimensioni altamente competitive.

Pregi

  • Ottimi spazi per passeggeri e carico
  • Buona visibilità nella guida
  • Buon kit di sicurezza

Difetti

  • I motori a benzina risultano deboli
  • Riscontrati piccoli problemi al cambio
  • Sterzo poco preciso

Opinioni

La Fiat 500L è un mini SUV spazioso e flessibile, ma la sua scarsa guidabilità e la sua raffinatezza deludono le aspettative. La vettura è in vendita con prezzi a partire da € 18.500 chiavi in mano.

Cosa controllare prima di acquistare auto usata

Con il prezzo delle auto nuove che continua a salire ed il loro rapido deprezzamento, molti consumatori cercano spesso di acquistare una delle tante auto usate in vendita. Se investire in un’auto usata può sembrare un’opzione ragionevole, gli acquirenti devono ancora essere intelligenti nelle loro scelte.

Le auto usate che vengono vendute con danni nascosti possono essere causa di spese impreviste che fanno lievitare immediatamente il costo iniziale. Per evitare l’acquisto di un mezzo poco affidabile vi abbiamo fatto un promemoria su cosa controllare prima di acquistare auto usata.

Controlli auto usata: i test da effettuare

Quelli che vi indichiamo sono alcuni controlli da fare quando si ispeziona un’auto usata:

  • Controlla attentamente l’esterno e l’interno dell’auto.
  • Fai un test di prova in strada.
  • Chiedi ad un meccanico di fiducia di controllare il veicolo.
Controlla attentamente l’esterno e l’interno dell’auto

Sia le condizioni interne ed esterne dell’auto possono giocare un ruolo importante nel valore della stessa. Assicurati di controllare attentamente il rivestimento interno, insieme a eventuali riparazioni all’esterno della vettura.

Questo non significa che un piccolo graffio o una ammaccatura compromette il valore dell’auto, ma assicuratevi che i costi della riparazione non siano eccessivi. Aprite il cofano e osservare bene il motore. Parti sporche e arrugginite possono essere una forte indicazione che potrebbero esserci problemi.

Fai un test di prova in strada

È sempre meglio guidare l’auto in condizioni di stradali differenti. In diversi ambienti, è possibile ottenere una buona sensazione di come l’auto risponde e si comporta.

Sulle strade locali, puoi percepire come l’auto cambia a svolte brusche mentre su una strada extraurbana puoi vedere se il motore gira bene o no.

Durante una prova di guida, tieni gli occhi e le orecchie aperti. Assicurati di annotare eventuali rumori insoliti del motore o dei freni e se tutta l’elettronica nell’auto funziona correttamente.

Quando finisci di provarla aspetta alcuni minuti per capire se perde liquidi. Se trovi delle macchie nere sull’asfalto potrebbe essere un indicatore di fuoriuscita di olio, se le macchie sono verdi potrebbero indicare una perdita nell’antigelo mentre di colore rosa potrebbe indicare una perdita nella trasmissione.

Chiedi ad un meccanico di fiducia di controllare il veicolo

Alcune persone evitano di fare ispezionare ad un meccanico l’auto prima dell’acquisto. Ciò potrebbe portare a costose riparazioni future. Il costo per avere una macchina ispezionata da un professionista può valere il prezzo. Un meccanico bravo può aiutarti a scoprire i problemi nascosti e ti aiuta anche a determinare il valore dell’auto.

Cosa controllare prima di acquistare auto usata

Se ritieni che l’auto sia in buone condizioni, ti consigliamo comunque di effettuare i seguenti passaggi:

  • Leggi le recensioni sulla marca e sul modello.
  • Calcola un prezzo d’acquisto equo
  • Verifica quanti cambi di proprietà sono stati fatti.
  • Prenditi del tempo per decidere.

Seguendo questi suggerimenti avrai meno possibilità di prendere una fregatura . Adesso che sai cosa controllare prima di acquistare auto usata non resta che trovare quella giusta.

Opel Mokka – opinioni, pregi e difetti

La nuova Opel Mokka è una delle offerte più compatte anel segmento dei SUV e, a livello di dimensioni, si trova tra la Suzuki Vitara e la Renault Captur mentre risulta leggermente più grande di Nissan Qashqai e Seat Ateca .

Opel Mokka

La nuova Opel Mokka entra in un segmento crossover compatto in rapida espansione  ed ha le caratteristiche per stare in alto con rivali affermati come Nissan Juke e Skoda Yeti .

Disponibile con due e quattro ruote motrici, con motori a benzina o diesel è facile trovare quella più adatta alle proprie esigenze.

Il suo prezzo relativamente basso dovrebbe attirare gli acquirenti, in particolare se si tiene conto della buona qualità del mezzo e della garanzia sul prodotto stesso.

Opel Mokka è circa 50mm più corto di un Qashqai e 100mm rispetto al Peugeot 3008 , ma a prima vista non si direbbe. Le dimensioni ti ingannano perché il Mokka è anche più alto sia della Nissan che della Peugeot . È più un mini-SUV vecchio stile piuttosto che vicino ai crossover a cui siamo abituati.

Interni

La posizione di guida di è alta e facilmente accessibile anche rispetto a quella della Nissan Juke. La cabina è caratterizzata da ampie porte e ampi spazi liberi.

Risulta comodo per quattro occupanti ed molto più facile accedere per quelli che fissano i seggiolini per bambini nella parte posteriore. Purtroppo non è una macchina comoda per le famiglie di cinque persone .

Motori

I motori sono tutte unità a quattro cilindri che producono tra 113 e 138 CV, mentre le sospensioni sono tramite montanti MacPherson nella parte anteriore e un raggio di torsione nella parte posteriore. La quattro ruote motrici è offerta su 138bhp turbo il modello di benzina di 1,4 litri e il turbodiesel di 1,7 litri di 128bhp.

Pregi

  • Praticità
  • Rapporto qualità-prezzo
  • Gestione equilibrata

Difetti

  • Non abbastanza grande per cinque
  • Fuoristrada instabile
  • Non rende bene alle alte velocità

Opinioni

Questa vettura potrebbe non risaltare, ma in un piccolo mercato crossover che non ha ancora raggiunto la maturità, rappresenta qualcosa che vale la pena avere: una via di mezzo pragmatica tra la pazza Nissan Juke , la Mini Countryman e la degna Skoda Yeti .

E’ possibile acquistare la vostra nuova Opel Mokka con prezzi a partire da € 19.800 chiavi in mano.

Toyota Auris – opinioni, pregi e difetti

La Toyota Auris è una berlina a cinque porte che si trova a competere con auto come la Ford Focus, la Nissan Pulsar, la Skoda Octavia e la Volkswagen Golf.

È disponibile con un’ampia gamma di motori a benzina e diesel, anche se la benzina a turbo compressione da 1,2 litri e il diesel da 1,6 litri offrono la migliore combinazione di prestazioni e di risparmio di carburante.

Toyota Auris hybrid

Qualcosa di molto raro in questa classe è la versione ibrida benzina-elettrica, che combina un motore a benzina da 1,8 litri con un motore elettrico. La Auris utilizza lo stesso gruppo di propulsione ibrida della Prius.

Nel complesso, l’Auris è una macchina decente, ma non eccelle in nessuna delle aree chiave. Ci sono proposte di valore più elevato, come la Nissan Pulsar e la Skoda Octavia, mentre Ford Focus e VW Golf sono migliori da guidare.

Il record di affidabilità di Toyota e la garanzia di cinque anni su Auris sono invece i punti di forza, per questo suggeriamo di andare sul motore a benzina da 1,2 litri perché offre le migliori prestazioni e raffinatezza. Inoltre i consumi di benzina sono effettivamente molto bassi.

Design

Il design sembra molto nitido con linee pressate in modo preciso e con un naso a forma di V che la caratterizza.

Interni

Una buona posizione di guida è quella che trovate non appena vi sedete dentro. I cuscini sono abbastanza fissi ma non troppo duri. La regolazione dell’altezza del sedile è standard su tutte le versioni.

In generale, gli interruttori sono facilmente raggiungibili e tutti i modelli sono dotati di comandi per infotainment montati sul volante per aiutare a restare vigili sulla strada da percorrere. Il sistema a schermo attivabile al tatto è abbastanza semplice da usare, anche se piuttosto lento.

In generale, l’Auris si percepisce come se fosse stata costruita per sopportare i rigori della vita familiare abbastanza bene. La sua cabina è assemblata bene e sono presenti materiali resistenti in tutto, ma la qualità delle loro superfici è sufficiente.

Le plastiche morbide sulle parti superiori del cruscotto e il rivestimento nero lucido attorno al sistema di infotainment, ad esempio, sembrano abbastanza mediocri, mentre altre aree risultano piacevoli da toccare.

Motori

Il benzina da 1,2 litri offre le migliori prestazioni. Con questo motore l’Auris si sente altrettanto veloce come la maggior parte dei rivali analogamente motorizzati. Il motore diesel da 1,6 litri invece risulta un po’scarso nel confronto. Spesso occorre cambiare marcia per avere un’accelerazione decente.

Affidabilità

Un buon record di affidabilità, più una garanzia di cinque anni sono da tener conto nell’acquisto di un’auto nuova. Sui modelli ibridi, è anche possibile acquistare una garanzia annuale sulla batteria, che può essere rinnovata fino al decimo anniversario della vettura.

Pregi

  • Garanzia di cinque anni
  • Raffinato motore a benzina da 1,2 litri
  • Interni ben fatti

Difetti

  • I rivali offrono un valore migliore
  • Il cambio nelle forti accelerazioni fa salire parecchio di giri del motore
  • Il cassetto di fronte al passeggero è privo di bocchette per la climatizzazione

Opinioni

La Toyota Auris è una macchina decente che dovrebbe mantenere sotto controllo le spese di gestione, ma ci sono migliori auto in questa classe.

Potete trovare la Auris in vendita con prezzi a partire da € 26.300 chiavi in mano.

Citroen C1 – opinioni, pregi e difetti

La Citroen C1 fa davvero una buona impressione con il suo stile distintivo, frutto di fari accattivanti a due livelli e di una vasta gamma di opzioni di contrasto tra colore e forma. Il colore continua all’interno, che dona all’auto la sensazione allegra, più questo nuovo C1 è più ricco di dotazioni rispetto all’originale.

Citroen C1

Come il modello di prima generazione, la Citroen C1 in vendita oggi è una collaborazione con il marchio della sorella Peugeot e Toyota . Le automobili provenienti dal progetto condiviso sono prodotte nella Repubblica Ceca.

Nonostante lo stile fresco, l’auto risulta molto affidabile rispetto al modello precedente. Il motore PureTech da 1,2 litri a tre cilindri è però nuovo ed è ancora tutto da testare. Le rifiniture sono migliori di prima, ma i sedili posteriori sono piuttosto ridotti rispetto ai rivali.

Quindi, anche se la Citroen C1 è elegante, divertente e conveniente, le altre auto cittadine possono competere senza grossi problemi.

C1 1.2 PureTech

Tra i vari modelli abbiamo testato la Citroen C1 1.2 PureTech Feel 5 porte. Anche se derivata da una piattaforma di ingegneria concepita per l’originale 2005, l’ultimo modello ha migliorato notevolmente la maneggevolezza e la raffinatezza grazie a nuovi componenti di sospensioni e assi oltre all’introduzione del nuovo motore 1,2 litri PureTech.

L’auto è dotata di un cambio manuale standard a cinque marce, ma se si desidera è disponibile un cambio automatizzato ETG a cinque velocità automatico.

Anche il corpo è stato nuovo nel 2014 e l’interiore della Citroen C1 è stato sostituito, rendendolo un ambiente molto più attraente per la città.

Poiché la Citroen C1 utilizza le stesse basi del suo predecessore (ad eccezione di un asse posteriore ridisegnato, risparmiando 4kg, più nuovi ammortizzatori e barre rivedute), non è sorprendente scoprire che il motore spinge abbastanza bene.

Tiene bene il prezzo

La Citroen C1, la Peugeot 107 e la Toyota Aygo di prima generazione si sono rivelati vincitori sul fronte della migliore tenuta di prezzo, la Citroen è stata la più economica del trio. Anche oggi, con il costo di una C1 resta inferiore alle sue equivalenti Peugeot 108 e Toyota Aygo.

Pregi

  • Facile da guidare
  • buona accelerazione
  • prezzi ragionevoli

Difetti

  • Pessima qualità degli interni
  • Poco spazio nei sedili posteriori
  • Cambio automatico da evitare

Opinioni

Piccola e leggera, la C1 è una citycar piacevole da guidare e facile da parcheggiare. Fuori città le sospensioni risultano dure e se la strada è sconnessa la guida diventa complicata. Tiene bene il prezzo in caso di futura vendita. E’ possibile acquistare la vostra nuova Citroën C1 con prezzi a partire da € 9.950 chiavi in mano.

Fiat Qubo – opinioni, pregi e difetti

Se cercate una piccola monovolume dotata di una certa praticità e caratterizzata da un buon rapporto qualità-prezzo eccovi la Fiat Qubo. Le recensioni su questa vettura non sono troppo positive, ma i critici, in generale, concordano sul fatto che è facile da guidare, facile da pulire e poco costosa da comprare.

Fiat Qubo

La Fiat Qubo non è altro che il Fiorino in versione autovettura. Il Qubo appartiene a quella categoria di cui fanno parte Citroën Nemo e Peugeot Bipper. A differenza di questi ultimi risulta meno ingombrante. La sua forma a box nasconde bene le reali dimensioni della vettura che in realtà sono più piccole di una Fiat Punto.

La forma cubica rende la vettura non proprio alla moda. Nonostante questo si è cercato, con il nuovo restyling, di renderla più carina dotandola di cerchi in lega e barre sul tetto.

Come ci si aspetterebbe quello che è essenzialmente un furgone più confortevole dotato di più posti a sedere è lo spazio. Tanto spazio per persone e bagagli. Doppie porte scorrevoli, sedili posteriori smontabili e un sedile passeggero anteriore che si ripiega nel vano piedi sono tra le caratteristiche del Qubo.

Interni

Il pavimento in gomma dura ci conferma quanto sia pratico. Questo si può spazzare e pulire lo sporco da con grande facilità. La posizione di guida è in alto, esattamente come si aspetterebbe date le sue radici commerciali. Il fatto che il mezzo si basa su un furgone non è necessariamente una cosa negativa.

I proprietari apprezzeranno le pratiche porte scorrevoli posteriori laterali, una caratteristica fa una grande differenza nell’uso quotidiano in quanto riduce lo stress, eliminando la possibilità per i vostri figli di aprire la porta dal lato dove passano le auto!

Il volante è regolabile in inclinazione e profondità, e la leva del cambio è ben posizionata.

Motori

Per fortuna la guida non è esattamente ruvida come molti potrebbero pensare ma risulta piacevole e leggera. Nella scelta della motorizzazione i benzina sono da evitare in quando decisamente deboli e sottodimensionati.

Il nuovo Fiat Qubo è proposto con le motorizzazioni benzina, diesel e Metano.

  • Le versioni benzina, sia la versione Easy che la Lounge, dispongono di un motore 1.4 da 77 CV.
  • Anche le versioni metano sono motorizzate con un motore 1.4 ma da 71 CV.
  • Le diesel hanno invece die motorizzazioni differenti: la 1.2 da 80 CV e la 1.2 da 95 CV. Le motorizzate a gasolio hanno 3 diversi tipi di allestimento disponibile: Easy, Lounge e Trekking.

Pregi

  • Vettura molto pratica
  • Ottima tenuta di strada
  • I motori sono efficienti ed economici

Difetti

  • La versione a benzina risulta lenta in particolare nello sprint
  • Cambio e retromarcia sono ruvide, soprattutto a freddo
  • Ha pochi optional inclusi e quelli che ci sono lasciano a desiderare

Opinioni

I costi di gestione del mezzo risultano bassi e la vettura è estremamente pratica per una famiglia di quattro o cinque persone. Inoltre, nonostante la forma, risulta anche piacevole da guidare.

Non è un bolide di velocità, ma è decentemente agile e vivace. Secondo gli esperti ed i giovani anche “cool” e “funky”! Non male per una vettura che è buona anche per lavorare.

Se volete acquistarla sappiate che i prezzi della Fiat Qubo partono da € 14.100.

Mini Countryman – Opinioni, pregi e difetti

La nuova Mini Countryman è stata completamente riprogettata per 2017, ricevendo i giusti miglioramenti di cui necessitava. Sono stati migliorati gli interni, è stato aggiunto più spazio, si ha una migliore gestione e anche il sistema di infotainment risulta migliorato.

Mini Countryman

La Mini Countryman è in realtà il più grande Mini mai realizzato. L’obiettivo è stato quello di trasformare la Countryman in un vero SUV di famiglia che offre un’alternativa alla Nissan Qashqai ma con un fascino che solo la Mini riesce ad avere.

Questa Mini è abbastanza piccola da poter essere comodamente manovrata nelle strade affollate e nei parcheggi stretti, nonostante questo ha molto più spazio interno rispetto a molte auto di piccole dimensioni.

Tuttavia anche se la sua riprogettazione apporta tanti miglioramenti, non sono abbastanza per elevare la vettura al top della classe. La Mini Cooper Countryman è adesso dotata di interni di lusso, un sistema di infotainment touch-screen rinnovato e come dimensioni risulta più a lunga rispetto ai modelli precedenti.

Questo significa maggior spazio per le gambe a disposizione dei passeggeri. Tuttavia lo spazio di carico risulta inferiore rispetto ai suoi diretti concorrenti e il consumo di carburante è una delle note dolenti.

Questo lo rende un buon SUV per gli abitanti delle città che amano passare il weekend fuoriporta.

Motori

La gamma dei motori a benzina e diesel sono quelli condivisi con il resto della gamma Mini. La maggior parte dei modelli della Countryman sono disponibili sia a trazione integrale che con cambio automatico. Una versione ibrida sarà commercializzata a breve.

Motori Benzina: la Mini Cooper Countryman dispone di un 1.5 a 3 cilindri turbo da 136 CV ed un 2.0 a 4 cilindri da 192 CV.

Il primo nonostante la cilindrata ridotta risulta brillante anche nello spunto, mentre il 2.0 è la versione sportiva Mini Cooper S Countryman.

Motori Diesel: la vettura dispone di un 2.0 da 150 CV e uno, sempre 2.0 da 190 CV. anche in questo caso la versione più performante è la versione.

Interni

La Countryman dispone di cinque comodi posti a sedere sulla tappezzeria in similpelle standard. I sedili sono scorrevoli e reclinabili. Le funzionalità includono sedili riscaldati e regolabili elettricamente a otto vie con impostazioni della memoria e supporto lombare.

L’interno di questa Mini è tutt’altro che mini. Ben 20 centimetri sono stati aggiunti rispetto alla lunghezza della precedente versione. Dello spazio per i passeggeri ne abbiamo già parlato, ma non abbiamo detto che la vettura offre una buona visibilità in tutte le direzioni.

La Mini Cooper Countryman 2017 è dotata di tetto apribile panoramico, una telecamera per la retromarcia, Bluetooth e sistema di infotainment Mini Connected con un display da 6,5 ​​pollici.

Pregi

  • Interni di alta qualità
  • Buono spazio di carico e versatile
  • Guida buona anche nello stretto

Difetti

  • Rumorosa in autostrada e ad alti regimi
  • Consumi di carburante sopra la media
  • Riscontrati casi di guasti alla frizione

Opinioni

Nella sua ultima veste la Mini Countryman è cresciuta, è stata migliorata e mantiene il suo fascino. La nostra opinione è quindi positiva, tuttavia ha un prezzo di partenza decisamente superiore alle concorrenti che offrono caratteristiche simili.

La Mini Countryman è disponibile con prezzi che partono da € 27.450.

Manutenzione auto – Come controllare la vostra auto da soli

A volte bastano pochi semplici controlli di manutenzione per risparmiare tanti soldi. Fare una manutenzione auto ordinaria richiede poco tempo anche senza esperienza e con poche conoscenze tecniche.

Oltre ai normali tagliandi da fare in officine, vi consigliamo di fare dei piccoli controlli base ma capaci di individuare i problemi prima che possano causare un guasto.

Ci sono 6 parti della nostra auto che dobbiamo controllare periodicamente: carburante, luci, olio, acqua, impianto elettrico e penumatici.

Manutenzione auto

Adesso vi spieghiamo come controllare la vostra auto da soli senza avere conoscenze tecniche a riguardo. Alcune cose, più che controlli di manutenzione auto, sono solo delle abitudini da fare proprie.

Carburante

Non aspettate che la spia della riserva carburante si accenda per decidere di fare rifornimento. Può sembrare ovvio, ma se camminate sempre in riserva il filtro, della benzina o del diesel, tende a sporcarsi velocemente . Questo significa un maggior consumo di carburate e un numero maggiore di tagliandi da fare.

Luci

Dare una pulita alle parti esterne dei fanali avendo cura di verificare la presenza di lampade bruciate o eventuali le crepe nelle lenti. Pulire le parti in plastica trasparente vi permettono di avere maggior luce durante la guida di notte e la vettura si presenta meglio.

Olio

Le auto possono fare molti km senza avere bisogno di cambiare l’olio. Tuttavia, soprattutto se avete un’auto in la con gli anni, vale la pena di controllare il livello dell’olio regolarmente almeno ogni 1.000 km. Non aspettate che la spia della pressione olio viventi rossa: il motore potrebbe essere già danneggiato.

Il controllo deve essere effettuato mantenendo la macchina su terreno in piano e solo dopo aver spento il motore da 5 minuti. Date una pulita all’astina con un fazzoletto prima di ogni verifica.

Acqua

Tutte le volte che effettuate il controllo del livello dell’olio motore vi consigliamo di fare anche un controllo al livello dell’acqua. La verifica deve essere effettuata con il motore a freddo.

Questo controllo è indispensabile per evitare problemi come il surriscaldamento del motore. Quest’ultimo e causa di molti guasti, soprattutto nella stagione più calda.

Quindi non dimenticate di farlo spesso in modo che il liquido di raffreddamento non scenda sotto il livello di minimo. Se il livello sembra sempre basso, controllare eventuali perdite.

Batteria

I problemi di batteria sono la prima causa di guasti in qualsiasi periodo dell’anno. Quindi, se la batteria sta diventando un vecchia è opportuno sostituirla prima di rimanere a piedi.

Per fortuna le nuove batterie necessitano di poca manutenzione. Unica cosa da fare è controllarne il livello dell’acqua distillata e fare un rabbocco se sotto il limite indicato.

Pneumatici

Il controllo della pressione dei pneumatici è molto importante, quindi consigliamo di farlo spesso, magari ogni mese. Se la pressione è quella corretta i pneumatici durano molto più a lungo. Se la pressione è insufficiente, oltre a consumare più carburante, si deteriorano rapidamente e compromettono la sicurezza della guida.

Ricorda che la pressione deve essere controllata sempre a gomme fredde. La pressione è indicata nel libretto o nello sportellino del carburante.