Viaggio in Transilvania – come arrivare e cosa vedere

Chi pensa ad un viaggio in Transilvania, la prima cosa che gli viene in mente, è leggenda di Dracula. In verità, a parte il castello del conte Dracula, ci sono così tanti posti incredibili da visitare, che una settimana non basta.

Viaggio in Transilvania

Coloro che amano organizzare escursioni giornaliere possono vedere il Castello di Bran, fare escursioni in montagna, godersi le più belle della Romania e soprattutto di ammirare il fascino che trasmette la Transilvania. Se avete deciso di organizzare un viaggio in Transilvania, a parte le bellezze naturali del posto, non potete evitare di vedere alcuni luoghi simbolo della regione.

Cosa vedere

Abbiamo recensito, in modo sintetico, cosa vedere in Transilvania in modo da fornirvi un indice delle principali località. Naturalmente una visita sul posto vi trasmetterà delle emozioni che non è possibile riportare in un articolo.

Queste le attrazioni principali che un turista della Transilvania non può dimenticare di vedere.

Castello di Sinaia e Peleș

Sinaia è l’ingresso della Transilvania. Partendo da Bucarest, un viaggio in treno veloce e facile, si arriva in uno dei luoghi più famosi in Romania a causa della fiaba del Castello di Peleș. Questo sorge su un’altura nei Carpazi e venne eretto come residenza estiva di Re Carol, tra il 1873 e il 1914, lungo un esistente percorso medievale che collega la Transilvania alla Valacchia.

Se desiderate vedere il monastero e il castello di Peleș potete alloggiare a Sinaia e da lì visitare anche Brasov nello stesso giorno. Se decidete di passare qualche giorno potete usare la funivia e fare escursioni nei Monti Bucegi.

Brasov

Brasov è una delle più belle città da visitare in Romania. La sua posizione nel cuore della Transilvania lo rende un’ottima base per scoprire l’intera regione. Partendo da Brasov, dove potete visitare il suo centro medievale ben conservato, potete organizzare escursioni in molte città vicine.

Brasov è un crocevia culturale a causa della sua posizione geografica. I sassoni a ovest e l’impero ottomano a est lasciarono segni storici sulle chiese e l’architettura di Brasov.

Sighisoara

Sighisoara invece è una delle 7 città cittadine della Romania riconosciuta come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Da non perdere una visita sulla Torre dell’Orologio e alla Chiesa sulla collina. La città sembra ferma nel tempo durante le passeggiate tra le vie di ciottoli e in mezzo alle case dai colori vivaci che vi faranno vivere tutto il fascino medievale. Di tutte le città della Transilvania, Sighisoara è assolutamente una delle più belle!

La leggenda di Dracula in Transilvania è basata su Principe di Valacchia Vlad Dracul, nato in una piccola casa proprio accanto alla storica torre dell’orologio. Molti negozi nel centro del paese vendono denti di Dracula e magneti a forma di aglio, mentre Sighisoara brilla centro storico magnificamente conservato.

Sibiu

Uno dei posti migliori da visitare in Romania è Sibiu. È noto per le sue ampie piazze aperte, per l’atmosfera rilassante e per le sue case tipiche. La città, nonostante sia cresciuta molto, da quando è stata fondata nel 12 secolo, le sue cattedrali e le sue difese murarie rimangono intatte. Nel 2008, Sibiu è stata nominata l’8 ° luogo più idilliaco in cui vivere in Europa da Forbes. Fate un giro e capirete perché

Dalle vedute a volo d’uccello agli edifici colorati in uno splendido decadimento, Sibiu ti ruberà assolutamente il cuore.

La campagna incontaminata è uno dei posti migliori da vedere in Romania. Da Sibiu, con una escursione in bicicletta sulle colline o presso i villaggi vicini scoprirete l’autentico stile di vita agricolo della Romania.

Come arrivare in Transilvania

La Transilvania è facilmente raggiungibile in auto o in treno. Da Bucarest, treni diretti e locali collegano tutte le città sopra elencate. I treni veloci solitamente sono più confortevoli e provvisti di aria condizionata. I treni locali invece, anche se un po’ più caldi e angusti, offrono uno sguardo ravvicinato alla vita quotidiana in campagna.

In ogni caso, prima di organizzare un viaggio in Transilvania, ricorda di prenotare l’hotel o un bed and breakfast con un certo anticipo.

Viaggio ad Amsterdam, cosa vedere!

Se state pensando ad una vacanza in Olanda, ricordate che non è completa senza una visita Amsterdam, la sua capitale. Un viaggio ad Amsterdam è la soluzione ideale per svagarsi senza pensieri. Se non sapete cosa vedere allora leggete la nostra breve guida ed avete l’imbarazzo della scelta.

Viaggio ad Amsterdam

Amsterdam è una città perfetta per chi ama l’arte, dove è possibile visitare tanti musei da quello di Rembrandt a quello di Van Gogh. Se l’arte non è in cima ai vostri pensieri, considerate che Amsterdam è una città fantastica per sdraiarsi e rilassarsi a tutte le ore.

Basta nolegiare una delle oltre 600.000 biciclette per fare un giro lungo le strade e i canali di cui è piena la città. Amsterdam è decisamente gezellig, ovvero conviviale e accogliente. Basta fermarsi in una delle tante caffetterie tipiche per capirlo subito.

Alloggio ad Amsterdam

Le sistemazioni in Amsterdam sono disponibili in una vasta gamma. Dagli alberghi di lusso situati accanto alle prestigiose boutique con vista sul canale agli appartamenti o bed and breakfast ideali per le famiglie la città ha molto da offrire. I giovani spesso preferiscono hotel economici e ostelli della gioventù che ad Amsterdam abbondano in tutte le zone della città.

La città è una destinazione turistica molto frequentata e pertanto è importante effettuare una prenotazione per risparmiare denaro. Si consiglia di prenotare con largo anticipo in occasione dei fine settimana o durante le feste.

Come muoversi

Ci sono diversi modi in cui si può muovere nei Paesi Bassi. Per arrivare ci sono molti voli dalle principali città italiane diretti per Amsterdam oppure si può scegliere di prendere l’Eurostar. Uno dei modi più avventurosi e ma al contempo confortevoli di visitare l’Olanda è quello di usare il traghetto.

Una volta in città i mezzi pubblici e le bici non mancano!

Cosa vedere

  • Il Palazzo Reale di Amsterdam: Questo palazzo, che si trova sul lato ovest di Piazza Dam è stato originariamente costruito per essere il Comune di Amsterdam. L’edificio è stato convertito da un municipio a palazzo Reale da Luigi Napoleone, il fratello di Napoleone Bonaparte.
  • Het Grachtenhuis: il Museo Canal House spiega la costruzione dei canali di Amsterdam. Questa piccola mostra dura circa ma è molto interessante. La mostra è aperta da Martedì a Domenica, ad eccezione del giorno di Natale e del Queens Day.
  • Concertgebouw: Considerata una delle più belle sale acustiche da concerto del mondo, il Concertgebouw è stato inaugurato nel 1888. Negli anni ottanta è stata ristrutturata e resa molto accogliente. La sala ospita oltre 900 concerti l’anno, il che la rende una delle sale da concerto più visitate al mondo.
  • Museo Nemo: Questo museo della scienza, che si trova situato al Oosterdok di Amsterdam-Centrum, in un edificio straordinario che è stato progettato da Renzo Piano. Il grande edificio, rivestito in rame verde, è unico e riconoscibilissimo. Ospita circa 500.000 visitatori ogni anno ed è una destinazione ideale per tutte le età.
  • Rembrandt: La mostra, che si trova a Magna Plaza nel bellissimo centro di Amsterdam, è aperto sette giorni su sette. Le riproduzioni a grandezza naturale di dipinti e incisioni di Rembrandt sono state restaurate ed esposte in ordine cronologico, così come per mostrare la progressione dell’artista attraverso il tempo.

Intrattenimento, cultura e vita notturna

Amsterdam offre moltissimi eventi di intrattenimento conosciuti a livello mondiale, del resto la città è stata uno dei centri più importanti della cultura in Europa. Ci sono anche molti divertimenti a basso costo in città come le feste nei quartieri o le crociere in barca sul canale.

La città è ben conosciuta e visitata per la sua vita notturna di Amsterdam. Una moltitudine di artisti di strada e musica dal vivo si possono apprezzare nei tanti bar e caffè della città. Basta leggere Amsterdam Weekly, una rivista gratuita che trovate ovunque in città, con la versione inglese, e potete scoprire subito tutti gli eventi in programma.

Red Light District di Amsterdam

Da bordelli a sexy shop a musei, il quartiere a luci rosse di Amsterdam non lascia niente all’immaginazione. Sicuramente ne avrete sentito parlare di questo quartiere ma vederlo di persona è senza dubbio una cosa da fare. Il Rossebuurt, il quartiere a luci rosse di Amsterdam, è un posto sicuro e controllato e che tutti conoscono.

Qui le donne, di tutte le nazionalità, sfilano le loro merci in salotti visibili dalle finestre. In questa zona si celebrano i vari addii al nubilato e celibato facendo baldoria. Il RLD è certamente attrazione turistica principale di Amsterdam e ci sono diverse agenzie di viaggio e guide turistiche indipendenti che offrono visite guidate.

Red Light District di Amsterdam è una delle zone più antiche e più belle della città, con le sue lunghe strette e tortuose, strade acciottolate e assolutamente affascinante architettura 14 ° secolo, come il gotico Oude Kerk, o la Chiesa Vecchia.

Eventi

Durante tutto l’anno, ogni giorno della settimana molti eventi divertenti interessanti si svolgono ad Amsterdam. I più famosi sono senza dubbio l’Olanda Festival, IDFA festival e il World Press Photo.

Ma ci sono molti altri eventi in città durante tutto l’anno, incontri culturali, mostre e fiere d’arte che renderanno il vostro soggiorno ad Amsterdam più completo e senza farvi annoiare di sicuro.

.

Highlands scozzesi, itinerari e cosa vedere

Se desiderate vedere scenario mozzafiato, quello delle Highlands scozzesi è senza dubbio uno dei posti migliori al mondo. La regione, situata in Scozia, a nord di Glasgow, è una delle meraviglie create da Madre Natura. Tutto è concentrato in questa regione dove potete trovare cime altissime, coste frastagliate e valli incontaminate. Queste sono le Highlands scozzesi, che ragruppano quattro gruppi di isole situate a largo delle coste.

Highlands scozzesi

Lasciati travolgere dallo splendore naturale della regione, continuazione delle esperienze culturali della Scozia. Puoi bere una birra al pub, magari mangiando gli haggis dopo aver visitato un castello. Quando si fa sera partecipa ad una degustazione in una delle tante distillerie di whisky centenarie disseminate nella regione, tra cui il famoso Lagavulin.

Se visiti la regione nel periodo dei Giochi delle Highland, potrai vedere gli scozzesi indossare il kilt. Con la sua ineguagliata bellezza e il profondo impegno per le sue radici culturali, le Highlands ti conquisteranno.

Le migliori cose da fare nelle Highlands

Se mai la natura e ti piace fare le escursioni, allora non perdere una visita la Parco Nazionale dei monti Cairngorms. Se poi sei in forma punta la vetta più alta del Regno Unito, il Ben Nevis. In alternativa puoi visitare il Parco Nazionale di Loch Lomond e The Trossachs , passegiando lungo le pittoresche scogliere a Ducansby Head.

Qualunque cosa tu scelga di fare, non dimenticare tra le tappe del tuo viaggio una visita all’isola di Skye , costantemente lodata come uno dei luoghi più magici delle Highlands scozzesi.

Cosa vedere

Queste le tappe che non possono mancare in un viaggio nelle Highlands scozzesi.

  • Isola di Skye
  • Parco nazionale di Cairngorms
  • Eilean Donan Castle
  • Loch Ness
  • Duncansby

Muoversi nelle Highlands

Il modo migliore per spostarsi nelle Highlands scozzesi è senza dubbio in auto. Questo perché molte attrazioni della regione sono distanti tra loro e i mezzi pubblici ci costringerebbero a perdere troppo tempo. Ricorda però che in Scozia, come in tutto il Regno Unito, si guida a sinistra, quindi se non ti senti di farlo, meglio usare i treni o gli autobus.

La Scozia ha una ferrovia ben collegata mentre gli autobus sono più economici.

Cosa mangiare

Le Highlands scozzesi, conosciute per il whisky, ti permetteranno di assaggiare i migliori del mondo. Come il whisky – bevanda nazionale designata della Scozia – non puoi lasciare la Scozia senza provare qualche haggis, un budino salato che tuttti mangiano in Scozia. Se passi nella zona delle Isole Orcadi, prendi in considerazione le specialità regionali, come l’agnello delle Orcadi. Nel resto della regione da provare il manzo scozzese, l’agnello e il salmone selvatico.

Come risparmiare denaro

Usa l’autobus per muoverti anche se trasporto potrebbe richiedere più tempo.

Mangia nei pub. Il cibo è sempre più economico rispetto ai ristoranti.

Organizza la vacanza in primavera o in autunno. L’ estate è la stagione turistica di punta nelle Highlands, quindi una visita a fine aprile, maggio o inizio ottobre può produrre tariffe più economiche.

Quando andare

Il periodo migliore per visitare le Highlands scozzesi è da giugno ad agosto. Le temperature estive sono le migliori per esplorare le Highlands, tuttavia, vista la posizione geografica della Scozia, non aspettatevi un’estate tradizionalmente calda.

Viaggio a San Sebastian, consigli su cosa vedere in Spagna!

Con tutte le sue straordinarie offerte un viaggio a San Sebastian non deve mancare tra le mete di uno dei nostri viaggi in Spagna. Questa località balneare situata sull’oceano merita davvero di essere visitata. La bellezza senza tempo di San Sebastian che offre una esperienza culturale particolare, quella dei paesi baschi, discosta da quello che si vede solitamente in Spagna in posti come Barcellona o Madrid.

Viaggio a San Sebastian

Se scegliete di fare un viaggio a San Sebastian, sappiate che il flamenco e la tauromachia non sono alla moda. Allo stesso modo, anche se lo spagnolo è parlato, molti dei residenti della città sono bilingue e preferiscono parlare il basco.

Ma la cosa più interessante di San Sebastian è la sua capacità di mantenere un sentimento di piccola città. I punti isolati lungo l’oceano, tra le chiamate strette e le sue famose colline, fanno sentire San Sebastian come se fosse un posto tutto tuo.

Cosa vedere a San Sebastian

San Sebastian si rivolge principalmente ai viaggiatori che non amano le vacanze monotone. La Concha Beach è il luogo ideale per gli amanti del sole, mentre la spiaggia di Zurriola è il ritrovo della città.

I posti del Monte Urgull e del Monte Igueldo offrono punti panoramici mozzafiato da farmi ricordare per sempre di San Sebastian. Di notte, infine, il centro di San Sebastian diventa un turbinio di persone e luoghi da non perdere.

Se hai de i bambini non può mancare un giro presso l’ Acquario di San Sebastian.

Consigli su come risparmiare

Non rimanere in Parte Vieja in quanto è il quartiere più popolare di San Sebastian, frequentato molto dai turisti. Quindi i prezzi di alloggio sono alti. Meglio alloggiare nei quartieri Gros o Antiguo per trovare tariffe più ragionevoli.

Prendi il pintxo-pote altrimenti conosciuto come l‘happy hour di San Sebastian. In determinati giorni della settimana i bar offrono sconti per tutti.

San Sebastian è interessante anche per la sua cucina. Se non sei consapevole della sua reputazione incandescente nel mondo del foodie, sei pronto per una sorpresa. Prova la pietanza tradizionale pintxos.

Pintxos (pronunciato “peen-chos”) è nato a San Sebastian e rappresenta essenzialmente l’interpretazione dei Paesi Baschi sulle tapas spagnole, infondendo tradizioni della nouvelle culinaria francese, che si concentrano sulla presentazione come arte.

Mentre la maggior parte degli altri posti in Spagna serve ai clienti un piatto di tapas con l’ordine di un drink, i pintxos sono disposti alla rinfusa sul bancone, consentendo ai commensali di scegliere ciò che vogliono.

Muoversi a San Sebastian

Il modo migliore per spostarsi a San Sebastian è a piedi. Le dimensioni della città sono modeste e le attrazioni di San Sebastián distano poco l’una dall’altra (come La Concha Beach , Monte Urgull e l’ Acquario , solo per citarne alcune). Tuttavia, se non ami camminare, puoi usare gli autobus della città o le bici a noleggio.

Quando andare in vacanza

Il periodo migliore per visitare San Sebastian è da maggio a luglio. Questi mesi offrono infatti le migliori temperature, peccato che i prezzi sono più alti in quanto viene considerata alta stagione.

Se amate la notte potete andare in vacanza ad agosto o settembre, quando la città ospita numerosi eventi culturali, tra cui il festival di musica classica più lungo d’Europa.

I migliori posti dove trascorrere una vacanza di Natale

Anche se la tradizione impone il natale “con i Tuoi”, quindi vicino ai propri cari, molti preferiscono passarlo lontano da casa. Magari per staccare dalla routine quotidiana e vedere nuovi posti.

Per chi vuole passare queste feste in modo diverso abbiamo fatto una recensione dei migliori posti dove trascorrere una vacanza di Natale.

Dove trascorrere una vacanza di Natale

Alcune località sono vicine all’Italia, quindi potete fare anche un fine settimana e rientrare senza troppi problemi, per le altre località invece occorre prepararsi prima, magari prenotando volo e hotel.

Malta

Visitare i presepi, è parte integrante del Natale di Malta. Ogni anno, i residenti aprono con orgoglio le persiane, e talvolta persino le porte del garage, per mostrare al pubblico i presepi realizzati artigianalmente.

Il Betlemme f’Ghajnsielem è un presepe a grandezza naturale distribuito su 20.000 metri quadrati di campi precedentemente abbandonati.

Abitato e animato da oltre 150 attori, tra intere famiglie, il villaggio riporta i visitatori indietro nel tempo alla Giudea di 2000 anni fa. Il presepe è completo di lampade a olio, mulini a vento, animali da pascolo, aree di artigianato che insegnano abilità tradizionali e folclore, una taverna e…una grotta che ospita il piccolo Gesù.

Rovaniemi, Lapponia, Finlandia

Mentre le leggende risalenti al 1820 citano il Polo Nord come la casa ufficiale di Babbo Natale e la sua jolly missus, i finlandesi ci farebbero credere diversamente.

Per loro, Rovaniemi , Lapponia, che si trova appena a nord del Circolo Polare Artico, è il quartier generale del Natale.

Qui, i bambini preparano biscotti di panpepato con la signora Claus, si iscrivono alla scuola degli Elfi o prendono lezioni di calligrafia e compongono le loro liste dei desideri natalizi con una piuma tradizionale. Ci sono persino posizioni stagionali disponibili come lavoratori elfi nell’ufficio postale di Babbo Natale .

Altre attrazioni della zona includono lo Zoo di Ranua , che ospita piccoli orsi polari, ghiottoni e alci e l’ Arktikum , un centro scientifico in cui viene svelato il mistero dell’aurora boreale.

Chi è alla ricerca di un’esperienza davvero gelida può soggiornare nell’Hotel Arctic Snow , fatto interamente di neve e ghiaccio, ma dotato di saune e vasche idromassaggio in cui scongelarsi

Norimberga, Germania

Il mercatino natalizio di Norimberga (Nurnberger Christkindlesmarkt) è un’istituzione tedesca che attira oltre 2 milioni di visitatori ogni anno. Da vedere la gigantesca ruota panoramica in legno intagliato, una vecchia giostra ed il treno a vapore.

Il Consiglio del Mercatino di Natale di Norimberga è serio nell’assicurarsi che vengano venduti solo giocattoli e oggetti di festa tradizionali fatti a mano. Nessuna ghirlanda di plastica viene prodotta in serie per essere venduta.

Gli adulti possono gustare il pan di zenzero piccante di Norimberga e le tazze di vin brulè. Per i bambini, c’è il Museo dei giocattoli, mentre il Museo Ferroviario tedesco è un successo per tutti.

Salisburgo, Austria

Luogo di nascita di Mozart e location per le riprese di “The Sound of Music”, Salisburgo è la scatola di cioccolatini perfetta. Pensa alle montagne innevate, all’architettura barocca e ai tradizionali mercatini di Natale .

È anche la casa di “Silent Night”. L’inno popolare fu eseguito per la prima volta nella vicina Oberndorf la vigilia di Natale del 1918.

La città ospita anche una tradizione più singolare di Yuletide. Dall’altra parte dell’Austria e della Baviera, a dicembre, le persone si vestono come terrificanti bestie alpine conosciute come krampus e si scatenano per le strade in cerca di bambini cattivi che hanno bisogno di punizione.

Le corse Krampus a Salisburgo si svolgono in varie date nel mese di dicembre

Strasburgo, Francia

La serie di villaggi natalizi a tema di Strasburgo trasformano la città in un paese delle meraviglie visivo e gastronomico.

Ogni anno, la città celebra anche le tradizioni natalizie dei paesi ospiti. Nel 2017, la città apre le braccia all’Islanda .

Accanto al mercato tradizionale, c’è la fiera natalizia alternativa OFF , con musica dal vivo e un percorso artistico di strada.

New York

Il Rockefeller Center si trova nel cuore del Natale di New York . La sua famosa pista di pattinaggio è in funzione da 80 anni mentre l’ albero decorato è una tradizione dal 1931. Dall’altra parte della strada, Radio City ospita l’ annuale Christmas Spectacular.

Sull’angolo sud-ovest di Central Park, Columbus Circle ospita più di 100 venditori che vendono vestiti, regali, snack e bevande al Mercato delle vacanze.

Central Park inoltre ha due laghi per il pattinaggio ed è possibile fare una gita in carrozza trainata da cavalli.

Questi sono alcuni tra i migliori posti dove trascorrere una vacanza di Natale all’insegna del divertimento e del relax. Non vi resta che prenotare alla svelta l’hotel giusto per la vostra vacanza di Natale.

Se purtroppo non potete partire o pensate di farlo dopo le feste, non dimenticate comunque di fare i regali ai vostri cari. Se non sapete cosa regalare abbiamo fatto per voi una piccola lista con alcune idee regalo. Speriamo possare esservi utile!

Vacanza a Budapest, cosa vedere e consigli di viaggio

Se non avete mai fatto una vacanza a Budapest, allora è giunto il momento di fare dei piani per farlo. La città è il posto ideale per fare tantissime cose, nella quale si può uscire da un bagno termale e trovarsi nella pista di una discoteca, cenare a lume di candela in un ristorante di lusso e finire a passeggiare tra costruzioni di architettura romana o rinascimentale.

Vacanza a Budapest

Budapest non è solo la capitale politica dell’Ungheria, ma è anche il nesso commerciale e culturale della nazione. La cultura si estende su ogni centimetro della perla del Danubio. Divisa in tre zone principali (Pest, Buda e Óbuda), Budapest unisce le comodità moderne con l’architettura antica.

Se siete alla ricerca di una cucina tipica, di negozi particolari o musei da non perdere, Budapest vi aspetta. E i prezzi sono abbastanza ragionevoli da non costringervi a fare grosse rinunce.

Le migliori cose da fare a Budapest

I bagni termali qui sono come quelli dei re, ma ci sono molti altri modi per passare piacevolmente la giornata. Musei di classe mondiale, parchi dell’isola, negozi e caffè sono disponibili in grandi quantità. Castle Hill, che potete visitare a piedi, vi offre un assaggio di Budapest medievale, subito dopo potete finire il pomeriggio sorseggiando un caffè in un bar con giovani ungheresi.

Tuttavia, vi consigliamo di risparmiare energia per la vita notturna. Quando la serata parte, infatti, questa città entra in un’altra dimensione, quella del divertimento allo stato puro.

Cosa vedere a Budapest

1 Castle Hill

2 Il Bastione del Pescatore

3 La Galleria Nazionale Ungherese

Cosa mangiare a Budapest

Il pranzo a Budapest è basato tutto sulla diversità. Gustare un piatto tradizionale ungherese è d’obbligo, ma durante la vostra vacanza a Budapest potete anche provare il messicano per pranzo oppure un autentico francese per la cena.

Vivere un’esperienza raffinata in stile mitteleuropeo in luoghi come St. Andrea Wine & Gourmet Bar, vicino alla fermata Nyugati pályaudvar è davvero un’esperienza suggestiva. Per mangiare meno costoso ma autentico, potete andare alla fermata Astoria della M2, da Bors GastroBar due isolati a nord della fermata.

Due punti principali dell’esperienza culinaria ungherese sono il gulasch e la paprika di pollo. L’Ungheria, per gli amanti del vino, sappiate che ha una tradizione fiorente nella produzione del vino datata secoli che vi lascerà soddisfatti.

Quando visitare Budapest

I tempi migliori per visitare Budapest sono da marzo a maggio oppure da settembre a novembre. Quello è quando il tempo è idilliaco e la città non è troppo affollata dai turisti. Tuttavia, il clima è sempre relativamente mite, con temperature che raramente sono rigide.

I turisti inondano la città in estate, pur essendo il periodo più caldo e più umido tra le stagioni. Se proprio volete andare in estate forse è meglio recarvi sul lago di Balaton, uno dei posti più turistici dell’Ungheria.

Vacanza in Lituania, costi e consigli di viaggio

La Lituania è un paese pieno di storia, basta visitare la Collina delle Croci o la città vecchia barocca di Vilnius per capire che una vacanza in Lituania non è un viaggio come tanti alti .

Nelle strade acciottolate del capoluogo troverete anche una notevole quantità di negozi tipici, caffetterie eccentriche e gallerie d’arte bohème . Inoltre la Lituania fa parte dell’Eurozona, pertanto non averte problemi legati al cambio.

Vacanza in Lituania

Se siete degli escursionisti o amate andare in bici, durante la vostra vacanza in Lituania potete ammirare i sentieri ben segnalati del Parco Nazionale di Curonian Spit, una straordinaria striscia di dune di sabbia e pini che separa la laguna ricca di fauna selvatica dal Mar Baltico.

C’è sempre molto da fare, soprattutto in barca, nel Parco Nazionale di Trakai ed in quello nazionale Aukstaitija , anche se il secondo è meno visitato, tanto che spesso è possibile camminare per ore senza incontrare nessuno.

Durante la vostra vacanza in Lituania avrete la possibilità di scoprire le gemme nascoste di Vilnius, che non sono solo le belle ragazze lituane, come qualcuno potrebbe pensare.

Cosa vedere in Lituania

Per esplorare la Lituania serve almeno una settimana. Non lasciatevi ingannare dal fatto che il paese è piuttosto piccolo. E’ possibile esplorare le isole, i laghi ed i cottage di legno nel Parco Nazionale di Trakai , che ospita anche il castello più spettacolare della Lituania.

Potete rilassarvi nella città termale di Druskininkai , un ex parco giochi realizzato al tempo dell’Unione Sovietica.

Se desiderate riflettere sulla lotta della Lituania per l’indipendenza basta recarvi alla collina delle croci, a Siauliai .

In inverno, quando le temperature sono glaciali, bere della buona vodka non ha prezzo.

Consigli di viaggio

Se avete necessità di andare in un bagno pubblico fate attenzione che la lettera M sulla porta non significa MAN. Significa Moteru (donne). Spesso potete trovare anche un triangolino con la punta verso l’alto.

La lettera V (per Vyru) o un triangolo verso il basso indicano i bagni maschi .

Muoversi in Lituania

I treni in Lituania sono economici ma decisamente lenti. I servizi di treno tra le altre grandi città di Vilnius e la Lituania tendono ad essere leggermente più convenienti rispetto ai servizi di autobus espressi ma richiedono più tempo.

Gli autobus sono il fulcro del sistema di trasporto pubblico della Lituania. I percorsi veloci che collegano Vilnius e Kaunas con Klaipéda e Palanga sono frequenti, veloci e serviti da comodi e moderni mezzi. Tutte le città della Lituania sono ben coperte da reti di autobus interni .

La maggior parte delle città è dotata inoltre di ottime piste ciclabili, pertanto una bicicletta può essere un buon mezzo di trasporto. Al di fuori delle principali città, le automobili sono preziose per raggiungere luoghi remoti o inaccessibili dai mezzi pubblici.

Dove alloggiare

Sebbene piccoli alberghi e bed and breakfast sono presenti nelle città lituane, la disponibilità risulta essere ancora bassa. Inoltre le tariffe delle camere, nelle località costiere, possono aumentare notevolmente in alta stagione.

A Vilnius, dove gli hotel si trovano in gran parte per una clientela d’affari, per cui è possibile trovare buone tariffe per il weekend.

I soggiorni in agriturismo rurali possono essere un’opzione da tenere in considerazione, inoltre avrete la possibilità di provare la vera cucina lituana.

Cibo e bevande

Il piatto nazionale della Lituania è Cepelinai, così chiamato a causa della sua forma. Sono gnocchi di patate ricoperti di carne immersi crema acida e maiale.

La maggior parte dei piatti lituani è caratterizzata infatti dalla carne di maiale e dalle patate.

I vegetariani avranno vita difficile se non mangiano nemmeno pesce. I laghi del Baltico offrono un’offerta abbondante di merluzzo, di salmone, di trota, di persico e di anguilla, spesso servito affumicato.

La bevanda più distintiva della Lituania è la gira, una birra di segale rinfrescante con poco o nessun contenuto di alcool.

Salute e sicurezza in Lituania

Se sei un cittadino dell’UE, una carta europea di assicurazione sanitaria ti copre per un trattamento medico di emergenza.

Non sono necessarie vaccinazioni , anche se vale la pena controllare che l’antitetano sia aggiornato. In alcune parti della Lituania c’è un piccolo rischio di contrarre l’encefalite e la malattia di Lyme.

L’acqua del rubinetto è sicura da bere , anche se in alcune zone i locali preferiscono bere acqua in bottiglia.

La Lituania è in genere un paese sicuro per i turisti. Tuttavia, ci sono stati occasionali rapporti di turisti che sono stati drogati in bar e derubati, quindi evitate di accettare bevande o cibo da sconosciuti.

Quando andare in Lituania

Gran parte del paese è sotto la copertura permanente di neve da novembre a marzo e la temperatura media è sotto lo zero.

L’estate, che parte da maggio e finisce ad agosto, offre un clima decisamente più caldo. Vale la pena visitare la Lituania all’inizio dell’estate, visto che la maggior parte dei lituani fanno le loro vacanze alla fine dell’estate, causando gravi congestioni. Inoltre ad agosto sono possibili frequenti piogge.

Alla fine di aprile quando i fiori sono in fiore e settembre e ottobre quando i parchi sono un mare di rosso sono momenti piacevoli da visitare.

Festival in Lituania: Kaunas tiene un mese di festival di jazz durante il mese di aprile, mentre Vilnius organizza un festival di musica classica durante tutto il mese di giugno. Nel mese di maggio la capitale ospita anche il carnevale colorato di Vilnius.

Se decidete di fare una vacanza in Lituania, vista la vicinanza, potreste fare anche una breve visita alla Lettonia. I due paesi sono vicini, oltre che in termini geografini, anche culturalmente.

Viaggio in Islanda, consigli per le vacanze

L’Islanda è una delle destinazioni più spettacolari del mondo, con vasti paesaggi pittoreschi che a volte vengono illuminati da scintillanti luci che rendono anche dei semplici villaggi di pescatori luoghi incantati. Un Viaggio in Islanda è il massimo per chiunque ama la natura e la vita all’aria aperta.

Viaggio in Islanda

Un viaggio in Islanda può iniziare da un punto qualunque dell’isola, ma solitamente il punto di partenza coincide con la capitale: Reykjavík.

Reykjavík è una città piacevole, simpatica e vivace, la base ideale per esplorare la cosiddetta “Golden Circle”, che comprende alcuni dei luoghi più noti dell’Islanda, come la cascata Gullfoss, l’omonimo Geysir e il centro storico di Þingvellir.

A poca distanza si trova la straordinaria località termale Blue Lagoon. Al di là della spiaggia di sabbia nera a Vik, si trovano i ghiacciai più accessibili dell’Islanda e Skaftafell, parte di immenso Parco Nazionale di Vatnajokull e un posto speciale per fare trekking.

Il nord e l’est

Poco a nord di Reykjavík si trova la storica penisola di Snæfellsnes, mentre ancora più a nord si trova Akureyri, la più grande città dell’Islanda al di fuori della capitale, è il punto di partenza per esplorare il nord.

Vicino al lago Myvatn è situata la località turistica più famosa dell’Islanda al di fuori del “Golden Circle”, dove l’attività vulcanica può essere visto a distanza ravvicinata.

Nel Nord-Est da non perdere una visita a Jökulsárgljúfur, nei pressi del Parco Nazionale Vatnajökull, la cui serie di canyon conduce a Dettifoss, la cascata più imponente d’Europa.

L’interno

Nella parte interna dell’Islanda si trova un’area abbastanza differente dal resto dell’isola. Quasi tutte le strade costiere sono percorribili in auto ma quelle interne necessitano di mezzi fuoristrada.

La costa ha centinaia di villaggi e fattorie che offrono alloggio mentre al suo interno, si trovano solo campeggi e baite di montagna.

Da non perdere in Islanda

I turisti che desiderano visitare l’Islanda non hanno che l’imbarazzo della scelta, tuttavia per semplificarvi il tutto abbiamo fatto un elenco delle località da non perdere in Islanda:

  • La Laguna Blu
  • La Casa della Cultura a Reykjavik
  • Parco nazionale Porsmörk
  • il Grande Geysir
  • Parco nazionale di Thingvellir
  • Parco nazionale Vatnajökull
  • l’aurora boreale (in inverno)
  • Osservazione delle balene (in estate)

Consigli di viaggio

Uno dei modi più semplici per ridurre i costi del viaggio in ‘Islanda è di non acquistare un volo diretto fare una vacanza durante un periodo in cui si sta già pensando di volare tra Europa e Nord America. Anche se questo potrebbe non essere fattibile per tutti, è una grande soluzione per quelli che viaggiano spesso.

Icelandair offre grandi prezzi dei voli tra i due continenti che permettono anche scali gratuiti in Islanda per un massimo di sette notti. È pertanto possibile creare la propria vacanza durante una sosta.

Non bere alcolici: Anche se gli islandesi amano bere, il prezzo dell’alcol nel paese è altissimo. Per fortuna è possibile trasportarne un po’ pagando una tassa in aeroporto.

Quando andare in Islanda

Anche se l’inverno è davvero freddo per visitare l’Islanda, proprio per questo è possibile trovare le tariffe da vero affare durante il periodo in cui è possibile vedere l’aurora boreale.

Per la maggior parte dei viaggiatori, tuttavia, risulta l’estate il momento migliore per fare un Viaggio in Islanda. In estate ci sono lunghe giornate piene di festival musicali e feste.

Questo è il momento ideale anche per vedere lo spettacolo delle Balene.