Curare il raffreddore con il sonno

Molte nonne ci ripetevano che dormire fa bene… e a quanto pare non sbagliavano! Secondo un nuovo studio pubblicato dalla Sleep Research Society e l’American Academy of Sleep Medicine le persone che dormono oltre sei ore per notte sono più resistenti al virus del raffreddore.

Secondo il test il 39% dei partecipanti che ha dormito meno di sei ore si è raffreddato mentre coloro che hanno dormito di più hanno avuto una caduta di nemmeno il 18%.

La ricerca ha dimostrato che anche l’attività fisica per un tempo variabile tra 150 e 300 minuti a settimana rinforza il fisico e lo rende meno vulnerabile alle malattie.

I soggetti che hanno fatto attività fisica almeno 5 volte alla settimana hanno avuto malanni per il 43% in meno rispetto ai sedentari. Con la giusta quantità di attività, le cellule immunitarie più importanti si mettono in azione, riducendo le probabilità della malattia.

Tra le altre buone abitudini emerse dal test occorre mensionare quella di lavarsi le mani spesso, questa è la chiave per mantenere germi cattivi a debita distanza.

Infine da considerare lo stress come fattore disabilitante. Infatti lo stress disturba la capacità del sistema immunitario di rispondere adeguatamente alle infezioni.

Secondo il professore Sheldon Cohen della Carnegie Mellon University: “Le persone sono esposte alle infezioni ogni giorno della loro vita, ma di solito non si ammalano. Non si ammalano perché il nostro sistema immunitario è efficace nella lotta contro queste infezioni.

Fattori di stress, conflitti interpersonali con altre persone e fattori di stress economici, come la disoccupazione, sono i due fattori di stress più pericolosi”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBenzina gratis, ma solo in bikini
Prossimo articoloNuovo iPhone 6S e 6s plus
Deanetwork è un magazine online con notizie ogni giorno dall'Italia e dal Mondo. Il nostro sito contiene articoli originali e di qualità, pubblicati da autori esperti e giovani scrittori. Tutti gli articoli sono distribuiti in CopyLeft, ovvero possono essere ricopiati e distribuiti liberamente, purché si rispettino le norme previste dai Termini di servizio.