Dieta flessibile, dieta IIFYM

Come faccio a capire quanto mangiare?  Non esiste una regola scritta, ma è facilmente intuibile nel momento in cui cambiate alimentazione. Come abbiamo detto è importante mangiare cibi sani ed evitare cibi spazzatura. Infatti spesso le stesse capacità nutrizionali che troviamo nei prodotti acquistati in giro li possiamo ottenere con cibi buoni e di semplice preparazione.  Facciamo un confronto tra due modelli di alimentazione totalmente differente:

                                  
mc-burger-miniMcGrilled Chicken Burger

25g di proteine
33g di carboidrati
15g Fat

in alternativa…

rito-tonno-miniRiso e Tonno

25g di proteine
33g di carboidrati
15g Fat

Entrambi hanno le stesse capacità nutritive necessari al tuo fabbisogno energetico. Peccato che il risultato che provocano al nostro organismo differisce in modo pazzesco. Provate a prepararvi dei piatti semplici in casa, e scoprirete come una dieta flessibile vi porterà senza troppi sforzi ad ottenere i risultati sperati.

Esempio di dieta flessibile

Colazione: 2 uova e 2 fette di pancetta oppure caffelatte, biscotti integrali e una spremuta di arance fresche.
Spuntino di metà mattinata: 1 mela o una banana.
Pranzo: pollo con insalata verde
Spuntino pomeridiano: 1 scatola di tonno semplice con mais.
Cena: una fettina di carne di manzo (meglio filetto di manzo), contorno di patate a forno (evitate quelle fritte), broccoli cotti al vapore e frutta a piacere.

Cose da tenere a mente: Si tratta di un piano di dieta flessibile, significa quindi che è possibile scambiare qualsiasi cosa che non vi piace con qualcosa che vi piace, a condizione di mangiare sano e in dosi ragionevoli.

Siate consapevoli del fatto che le dimensioni delle porzioni variano e quindi di conseguenza anche le calorie.