Inverter impianto fotovoltaico. Come scegliere quello giusto

Inverter impianto fotovoltaico

I pannelli solari ricevono i raggi del sole e li convertono in energia elettrica chiamata corrente continua (DC). La corrente continua viene poi convertita in corrente alternata (AC) mediante un dispositivo chiamato un inverter.

La corrente elettrica alternata è quella che potete usare attraverso le prese di corrente della vostra casa per alimentare tutti gli elettrodomestici.

Perché è così importante mettere un inverter

Visto che il nostro impianto solare produce energia a 12v che viene successivamente immagazzinata in batterie anch’esse a 12Volt o 24Volt, è necessario portare la tensione a 220v se dobbiamo alimentare degli elettrodomestici di tipo comune.

Come abbiamo detto l’inverter è in grado di trasformare la corrente continua proveniente dai pannelli fotovoltaici in corrente alternata, quindi può essere considerato il cuore dell’ impianto fotovoltaico.

Inoltre si occupa di controllare e monitorare l’intero impianto. Per questi motivi l’inverter impianto fotovoltaico è indispensabile.

Inverter impianto fotovoltaico

Questi i tipi di inverter esistenti sul mercato

  • Il primo tipo è quello a Onda quadra
  • Il secondo tipo quello a Onda sinusoidale modificata
  • Il terzo tipo è quello a Onda sinusoidale pura

Gli inverter ad onda quadra sono i più economici, ma non sono adatti per tutti gli elettrodomestici. Solitamente vengono utilizzati per carichi solamente resistivi.

Il tipo ad onda sinusoidale modificata è adatta per carichi resistivi e capacitivi ma produce del rumore. Il suo utilizzo rimane anch’esso limitato ad alcuni apparecchi.

Solitamente quelli usati sono di tipo sinusoidale in quanto sono adatti per ogni tipo di carico. Questi inverter riproducendo fedelmente l’onda sinusoidale della rete elettrica di casa e possono alimentare ogni tipo di frigorifero, microonde, Tv ecc.

Nota: Per carico resistivo si intende un carico ohmico come una resistenza o una lampada ad incandescenza. Per carico induttivo si intende un carico a forte induttanza come i trasformatori o i motori elettrici.

Come scegliere il nostro Inverter

La potenza deve essere uguale o superiore al carico totale (in watt) in qualsiasi istante di utilizzo.

Nel nostro caso il carico massimo in ogni istante = Frigo (50W) + TV (80W) + Lampadina (11W) = 141W

Volendo tenere un certo margine possiamo scegliere un inverter 200W.

Visto che il nostro impianto fotovoltaico è a 12V dobbiamo scegliere un DC 12V a 230V / 50Hz o inverter a onda sinusoidale pura 110V / 60Hz AC.

Attenzione: ricordate che elettrodomestici come frigoriferi, asciugacapelli, aspirapolveri, lavatrici, ecc hanno spesso un consumo maggiore della loro potenza di lavoro normale. Questo deve essere tenuto in considerazione nel momento in cui dovete scegliere la giusta dimensione del vostro inverter.

Per scegliere quello giusto e risparmiare potete dare un’occhiata a quelli presenti su amazon.

Questo articolo è solo una parte della guida su come costruire un impianto fotovoltaico casalingo. Queste tutte le parti della guida:

  • Introduzione
  • Calcola il tuo carico
  • Batterie impianto fotovoltaico
  • Selezione del pannello solare
  • Scelta del regolatore di carica
  • Inverter impianto fotovoltaico
  • Montaggio del pannello solare
  • Collegamenti in serie e in parallelo
  • Inverter e stand Batteria
  • Cablaggio impianto fotovoltaico

Lascia la tua opinione