La propaganda degli incapaci
4 (1)

La propaganda degli incapaci

La propaganda degli incapaci sembra non volersi arrestare. Mentre i media Maistream sono impegnati nella guerra in Ucraina, trasmettendo immagini prese a prestito da videogames, nascondono importanti aggiornamenti in merito alla questione COVID19 che, almeno in Italia, continua ad essere usata come grimaldello per discriminare coloro che non si piegano al volere delle multinazionali del farmaco.

La propaganda degli incapaci

Viene accuratamente ignorata la notizia che l’ex dirigente di Blackrock e consulente per gli investimenti Edward Dowd, ha lanciato l’allarme su Moderna e Pfizer: “La FDA, insieme a Pfizer, ha cercato di nascondere i dati clinici, ed è uscito di recente che il parametro della mortalità per tutte le cause per il prodotto Pfizer è fallito – ciò significa che ci sono stati più decessi nel gruppo vaccino rispetto al gruppo placebo. Normalmente in tal caso, NON hai l’approvazione per tali farmaci. È il gold standard. Mi è stato confermato da tutti i miei colleghi nel settore biotech, erano inorriditi…”.

Intanto Mario Draghi, mai candidato in Italia, ma nominato presidente del consiglio, ha deciso di prorogare, per altri tre mesi, lo stato di emergenza, con la banale scusa di partecipare al potenziamento dei dispositivi Nato a fronte dell’attacco russo.

Curioso notare che da quando Draghi si è insediato a palazzo Chigi ha sempre governato usando poteri speciali ed esautorando, di fatto, il Parlamento italiano, interessato essenzialmente a raggiungere il vitalizio. Obiettivo ormai alla portata di tanti incompetenti eletti nel movimento anti Nato, anti PD e anti Berlusconi, con il simbolo a cinque stelle.

Nel frattempo, Speranza, ministro della salute che non ha mai studiato medicina, procede con l’annuncio dell’inizio per la somministrazione della quarta dose!

Al contempo, mentre i giornalai italiani fanno propaganda piuttosto che informazione, il credito dell’Italia, dopo le figuracce di Draghi, cui il presidente ucraino critica per il mancato appuntamento telefonico, e del ministro Di Maio, deriso dal ministro russo per il suo interesse ai banchetti di ricevimento piuttosto che alla diplomazia, insieme alla sua economia, si appresta a nuovi record al ribasso.

La propaganda degli incapaci intanto continua a manipolare le masse.

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 1 valutazione: 4]

ADV

Recommended For You

About the Author: deanetwork

Deanetwork è un magazine online con notizie ogni giorno dall'Italia e dal Mondo. Il nostro sito contiene articoli originali e di qualità, pubblicati da autori esperti e giovani scrittori. Tutti gli articoli sono distribuiti in CopyLeft, ovvero possono essere ricopiati e distribuiti liberamente, purché si rispettino le norme previste dai Termini di servizio.

Lascia la tua opinione