Petizione popolare per sfiducia a Conte

Petizione popolare

E’ stata lanciata una petizione popolare per chiedere una mozione di sfiducia verso il premier Conte.

La petizione, lanciata dal Comitato Nazionale per la Libertà, ha lo scopo di garantire la tutela dei diritti inviolabili costituzionalmente garantiti e compromessi dall’attività esecutiva e legislativa dell’attuale governo.

Petizione popolare per sfiducia a Conte

Il Comitato chiede i Presidenti della Camera e del Senato, di procedere, in base all’Art. 94 della Costituzione, alla mozione di sfiducia, ad iniziativa popolare, verso il governo e di tutto il Consiglio dei ministri.

Viene chiesto anche alla Magistratura, in base all’Art. 96 della Costituzione, di richiedere al parlamento l’autorizzazione a procedere nei confronti del Presidente del Consiglio dei ministri, per il reato di cui agli artt. 438 – 452 C.p. (Epidemia colposa) e per tutti gli altri reati da essa ravvisabili e commessi nell’esercizio e non delle loro funzioni.

Chiamati in causa i politici

La petizione è stata indirizzata, oltre che al presidente di Camera e Senato, e per conoscenza al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ai pricipali leader politici.

Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Renzi, oltre che politici di rilievo come Vittorio Sgarbi e Gianluigi Pargone, sono stati chiamati in causa. Vediamo chi tra loro abbraccerà la causa popolare promossa dal comitato.

Sottoscrizione

La petizione, ben articolata e visibile a sul sito del Comitato, è stata lanciata sulla nota piattaforma online di petizioni popolari change.org

Come si sottoscrive?

  1. Vai sul sito: Change.org
  2. Inserisci nei rispettivi campi nome, cognome e mail (vera per ricevere il link)
  3. Aspetta la comunicazione tramite mail e clicca sul link di conferma
  4. Una volta cliccato sul messaggio ricevuto la petizione è firmata
  5. Potrai successivamente condividerla tramite FB, Twitter, mail ecc.
  6. Se effettuerai delle donazioni, ogni 10 euro, la sottoscrizione sarà vista da 250 persone non invitate a firmare ma che potrebbero essere interessate.

Il comitato, al fine di rendere partecipi i sottocrittori, ha creato un apposito  gruppo facebook.

All’interno tutti i partecipanti possono scambiare opinioni, commentare e fare proposte.

Una bella iniziativa in un periodo in cui la politica è stata messa in quarantena!

ADV

Recommended For You

About the Author: deanetwork

Deanetwork è un magazine online con notizie ogni giorno dall'Italia e dal Mondo. Il nostro sito contiene articoli originali e di qualità, pubblicati da autori esperti e giovani scrittori. Tutti gli articoli sono distribuiti in CopyLeft, ovvero possono essere ricopiati e distribuiti liberamente, purché si rispettino le norme previste dai Termini di servizio.

Lascia la tua opinione