Scie chimiche, bufala per molti scienziati

Da moltissimi anni, i teorici della cospirazione delle scie chimiche, hanno sostenuto con grande sicurezza che quelle strisce bianche visibili nel cielo, sono in realtà di rilasci di sostanze chimiche che vengono spruzzate su una popolazione ignara per scopi tutt’oggi occulti.

Scie chimiche

Queste idee sono diventate di dominio pubblico dopo il 1990 e hanno avuto un grande seguito con accesi dibattiti fino a quando, la US Air force ha finito per dover difendersi dalle accuse di “spruzzare sostanze  chimiche misteriose nell’aria con grave danno alla popolazione degli Stati Uniti “.

A tale proposito abbiamo realizzato un articolo per spiegare cosa sono le scie chimiche ma proprio in questo periodo un nuovo studio condotto da ben 77 scienziati ambientali e geochimici. Questo studio ha rivelato che la stragrande maggioranza degli esperti è convinta che non vi sono prove sufficienti di un programma di irrigazione segreto tramite gli aerei e che le tracce lasciate dagli aerei in volo sono totalmente innocui.

Questo studio nato per affrontare la teoria del complotto sulle scie chimiche, è stato sostenuto dalla University of California, Irvine, il Carnegie Institution for Science e un gruppo non-profit chiamato Vicino Zero che è parzialmente finanziato da Bill Gates, il numero uno di Microsoft.

Adesso occorre aspettare un po’ per capire se questo studio metterà tutti d’accordo oppure se i complottisti tireranno fuori nuove e avvincenti argomentazioni sulle Scie chimiche.

CONDIVIDI
Articolo precedenteVacanze Calabria, mare e villaggi in Calabria
Prossimo articoloCome ingrassare velocemente in modo sicuro
Deanetwork è un magazine online con notizie ogni giorno dall'Italia e dal Mondo. Il nostro sito contiene articoli originali e di qualità, pubblicati da autori esperti e giovani scrittori. Tutti gli articoli sono distribuiti in CopyLeft, ovvero possono essere ricopiati e distribuiti liberamente, purché si rispettino le norme previste dai Termini di servizio.

Lascia la tua opinione