Spiare WhatsApp a distanza

Spiare WhatsApp a distanza

Ogni giorno molti nostri lettori ci scrivono in quanto preoccupati di mantenere la privacy nelle conversazioni su WhatsApp. Le domande che ci chiedono sono quasi sempre le stesse: è possibile spiare WhatsApp a distanza? C’è il rischio che qualcuno legga le nostre conversazioni senza permesso? Esiste un modo per proteggersi?

Ebbene, con questo articolo cercheremo di fare chiarezza sul tema e dare una risposta a tutte queste domande. Naturalmente entro i limiti del possibile.

Spiare WhatsApp a distanza

Cominciate a dire che intercettare le conversazioni WhatsApp in remoto, senza aver prima avuto un contatto diretto con lo smartphone della vittima, è molto difficile. Forse non è tecnicamente impossibile, ma veramente difficile da effettuarsi senza apparecchiature tipo agenti CIA.

Ma questo non significa che è impossibile spiare WhatsApp a distanza.

Significa piuttosto che per impedire agli altri di farlo occorre mettere in pratica delle regole nell’uso dei nostri telefoni.

In che modo si può fare? Ad esempio, è opportuno utilizzare un PIN protetto (difficile da indovinare per altre persone), evitare le reti pubbliche Wi-Fi ed impedire a chiunque di usare il nostro telefono.

Come spiare WhatsApp da remoto

Le reti senza fili sono oramai usate da tutti, ma no tutti sanno che mediante un software è possibile catturare tutti i dati che attraversano una rete Wi-Fi. WhatsApp potrebbe essere potenzialmente attaccato con questo meccanismo (senza accesso fisico allo smartphone della vittima), ma le sue comunicazioni sono attualmente protette da un sistema di crittografia end-to-end.

L’end-to-end è un sistema che crittografa mediante il quale le informazioni utilizzano un sistema di comunicazioni costituito da due chiavi: uno pubblico e uno privato.

La chiave pubblica viene condivisa con il partner e viene utilizzata per crittografare i messaggi in uscita, mentre il privato invece risiede solo sullo smartphone e consente di decifrare le comunicazioni in arrivo.

Ciò significa che i messaggi viaggiano in forma crittografata ai server WhatsApp e nessuno, tranne i mittenti e i destinatari legittimi (cioè quelli che dispongono delle chiavi per decifrarlo), possono leggere il contenuto. Allora perché WhatsApp può essere attaccato mediante tecniche di sniffing wireless? A breve faremo un articolo a tal riguardo.

Intanto, oltre a fidarvi degli sviluppatori di WhatsApp, vi suggeriamo:

  • non utilizzare mai le reti pubbliche Wi-Fi
  • non utilizzare WhatsApp per comunicare informazioni altamente sensibili

Spiare WhatsApp mediante app

Un altro rischio a cui devi fare attenzione è quello legato alle applicazioni di spionaggio. Come abbiamo già scritto in numerosi articoli, ci sono applicazioni che sono invisibili agli occhi degli utenti e consentono di esplorare tutte le attività svolte su uno smartphone: dai testi digitati sulla tastiera, ai siti visitati, alle applicazioni aperte fino alle telefonate fatte.

Se sospetti che qualcuno abbia installato una di queste applicazioni sul tuo telefono occorre controllare il proprio telefono. Per farlo occorre andare sul menù del telefono nella sezione:

Impostazioni> Applicazioni> su Android

Impostazioni> Generali> Spazio di utilizzo e iCloud> Gestisci spazio per iPhone

Se non noi niente di insolito ma pensi che qualcuno ti sta spiando, purtroppo l’unica soluzione a tua disposizione che ti rimane è quella di formattare la memoria del telefono.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCitroen C1 – opinioni, pregi e difetti
Prossimo articoloLe lingue più difficili al mondo

Deanetwork è un magazine online con notizie ogni giorno dall’Italia e dal Mondo. Il nostro sito contiene articoli originali e di qualità, pubblicati da autori esperti e giovani scrittori.
Tutti gli articoli sono distribuiti in CopyLeft, ovvero possono essere ricopiati e distribuiti liberamente, purché si rispettino le norme previste dai Termini di servizio.

Lascia la tua opinione