Perché fischiano le orecchie continuamente

Se negli ultimi periodi avete problemi con il rumore o sentite squilli nelle orecchie e vi stare chiedendo perché fischiano le orecchie la risposta potrebbe essere una: avete l’acufene.

Non preoccupatevi da nome, in quanto l’acufene colpisce in media 1 persona su 5. Infatti è spesso legata all’età, a possibili lesioni alle orecchie oppure ad un disturbo del sistema circolatorio.

Perché fischiano le orecchie

Anche se fastidioso, per fortuna l’acufene spesso non è un problema grave, anche se può peggiorare con l’età. I sintomi di acufene possono manifestarsi in diverso modo, attraverso il suono, un fastidioso ronzio o altri disturbi come quello del far fischiare le orecchie.

Il disturbo può variare nel tono e potresti sentirlo in una o entrambe le orecchie. In alcuni casi, il suono può essere così forte da interferire con la tua capacità di concentrazione o ascolto del suono reale.

Tipi di acufene.

L’acufene soggettivo è l’acufene che solo tu puoi sentire. Questo è il tipo più comune ed è spesso causato da problemi all’orecchio esterno, medio o interno. Può anche essere causato da problemi con i nervi uditivi.

L’acufene oggettivo invece è quello che il medico può sentire quando esegue un esame. Questo tipo di acufene, piuttosto raro, può essere causato da un problema dei vasi sanguigni, da una condizione ossea dell’orecchio medio o da contrazioni muscolari.

Importante rivolgersi al medico il prima possibile se:

  • si verifica all’improvviso o senza una causa apparente
  • Hai perdita dell’udito o vertigini con l’acufene

Le cause

una causa esatta non esiste, ma si possono delineare alcuni casi comuni di acufene, causati da una di queste condizioni:

  • Perdita dell’udito legata all’età
  • Esposizione a forti rumori
  • Tappo di cerume

A chiunque può capitare questo sintomo, ma questi fattori possono aumentare il rischio:

  • Forte esposizione al rumore
  • Con l’avanzare dell’età
  • Genere. Gli uomini hanno maggiori probabilità di contrarlo
  • Fumo. I fumatori hanno un rischio più elevato
  • Problemi cardiovascolari

L’acufene può influenzare in modo significativo la qualità della vita

Prevenzione

Nonostante l’acufene è difficile da prevenire, tuttavia, alcune precauzioni possono aiutare. In particolare:

  • Utilizzare protezioni se fate lavori la cui esposizione a forti rumori è costante. Questi possono danneggiare i nervi delle orecchie, causando la perdita dell’udito e l’acufene.
  • Abbassare il volume. L’esposizione a lungo termine a musica amplificata senza protezioni per le orecchie o l’ascolto di musica a volume molto elevato attraverso le cuffie può causare la perdita dell’udito e l’acufene.
  • Prendersi cura della salute cardiovascolare. Esercizio fisico regolare e mangiare bene, seguendo ad esempio la dieta mediterranea, aiutano a prevenire l’acufene legato ai disturbi dei vasi sanguigni.

Adesso che sapete perché fischiano le orecchie continuamente, non vi resta che prendere le giuste precauzioni.

Rimedi per non russare, ecco come smettere di russare

Di tanto in tanto a quasi tutti è capitato di russare, ma di solito non c’è molto da preoccuparsi. Se il problema persiste, ecco alcuni rimedi per non russare, utili per aiutare voi e il vostro partner a dormire meglio e smettere di russare.

Infatti russare regolarmente durante la notte causa peggioramenti alla qualità del vostro sonno, quindi conseguenze come stanchezza diurna, irritabilità, e una maggiore serie di problemi di salute che occorre risolvere.

Rimedi per non russare

E se il fatto di russare costringe il vostro partner a stare sveglio tutta la notte, questo può creare grossi problemi alla vostra relazione. Fortunatamente, dormire in camere separate non è l’unico rimedio per risolvere il problema del russare.

Ci sono molte soluzioni efficaci che possono aiutare voi e il vostro partner a dormire in modo migliore durante la notte e superare i problemi derivati dal fatto che una persona russa.

Cosa fare per non russare:

  • Identificare le cause del vostro russare
  • Distinguere tra russo e apnea del sonno
  • Iniziare a praticare rimedi per risolvere il problema
  • Praticare esercizi di gola che possono ridurre il russare

Quando si russa?

Una persona russa quando non riesce a spostare liberamente l’aria attraverso il naso e la gola durante il sonno. Questo porta i tessuti circostanti a vibrare ed mettere quel suono familiare di chi russa. Le persone che russano hanno spesso la gola o il tessuto nasale ostruito che lo rende incline a vibrare.

La buona notizia è che ci sono molte soluzioni che si possono usare per smettere di russare. Basta avere pazienza e lavorarci fino a risolvere i problemi. Probabilmente il fatto di russare non andrà via durante la notte, ma senza dubbio verrà ridotto notevolmente.

Quali sono le cause?

Le cause più comuni che portano una persona a russare sono le seguenti:

Età – Come si raggiunge la mezza età e oltre, la gola si restringe e il tono muscolare in gola diminuisce. Anche se non si può fare nulla per restare giovani, tuttavia nuove abitudini come quella di andare a dormire prima e quella di fare alcuni esercizi di gola possono aiutare notevolmente.

Essere in sovrappeso o fuori forma – Se il tessuto del corpo è adiposo o presenta uno scarso tono muscolare la possibilità che ci porti a russare aumenta. Attività fisica e perdita di peso può bastare per terminare di farci russare durante la notte.

Problemi nasali – Il naso chiuso porta ad una inalazione difficile che spesso porta a russare.

Alcol, fumo e farmaci – L’assunzione di alcool, il fumo e alcuni farmaci, come i tranquillanti, possono aumentare il rilassamento muscolare che porta a russare in modo più intenso.

Postura –  Dormire sulla schiena contribuisce a bloccare le vie respiratorie. Cambiare la posizione di sonno può aiutare.

Come smettere di russare

Ecco in breve alcuni rimedi per non russare o comunque ridurre il problema:

Cambiare la posizione di riposo, elevando la testa, può facilitare la respirazione. Ci sono cuscini progettati per aiutare a prevenire questo problema.

Dormire su un fianco invece di schiena. Provate a mettere una pallina sul retro del pigiama. In questo modo se ci si addormenta sulla schiena, il disagio della pallina vi costringerà a farvi rimettere sul lato. Una volta che vi abituerete a dormire su un fianco non servirà più.

Mantenete l’aria della camera da letto umida. L’aria secca può irritare le membrane del naso e della gola, facendovi russare, e un umidificatore può aiutare a risolvere il problema.

Se sei un russatore, l’alcol è da eliminare o almeno limitare. Bevi un bicchiere di vino a tavola, evita amari ed altri superalcolici prima di andare a dormire.

Dimagrire, se sei sovrappeso, sarebbe il massimo, ma anche mangiare pesante la sera contribuisce ad ostacolare il sonno e la respirazione . Quindi prendete l’abitudine di cenare in modo leggero.

Liberare le narici mediante un’antica pratica yoga. Quello che occorre è una piccola pentola dove far bollire acqua, sale e due foglie di salvia. Dopo aver finito di bollire fai raffreddare il tutto e, una volta che il preparato è a temperatura ambiente, metti un beccuccio in una narice e aspira il liquido. In questo modo le narici saranno pulite e ti aiuteranno a respirare meglio.

Una volta provati questi rimedi per non russare , dovreste progressivamente smettere di russare trovando finalmente un po’ di sollievo per voi e per il vostro partner.